museo-salinas

Museo Salinas – Il museo archeologico di Palermo

Meraviglioso Museo Salinas! Immerso nel cuore del Centro Storico della città (550 metri – 7 minuti a piedi da Nuvole Residenza), si può oggi visitare per buona parte – tutto il piano terra e l’agorà. Basta varcare l’ingresso austero della facciata di quella che fu la Casa dei Padri della congregazione di San Filippo Neri (sec. XVI – XVII ) per entrare in un’atmosfera magica.
Il Museo Salinas, museo archeologico regionale, è dedicato al celebre archeologo e numismatico palermitano Antonio Salinas, è sede di una delle più ricche collezioni d’arte punica e greca d’Italia. Il palazzo, risalente alla fine del XVI secolo e in origine Casa dei Padri della Congregazione di San Filippo Neri, fa parte del complesso dell’Olivella, composto anche dalla Chiesa di Sant’Ignazio e dall’attiguo Oratorio. Nel 1866 la struttura fu confiscata alla Congregazione in seguito alla legge sulla soppressione degli ordini religiosi e fu trasformata in museo nazionale. Oggi la sezione espositiva del museo è ancora ridotta (non sono visitabili il primo e il secondo piano) a causa di lavori di restauro, ma il 19 marzo 2018 è stata aperta la nuova agorà del Museo. Si tratta della terza corte del Museo Salinas, che alla fine dell’800 era stata trasformata in uno spazio chiuso. Con il restauro il cortile coperto è diventato uno spazio espositivo e al tempo stesso uno spazio di collegamento tra le diverse sale e spazio per l’organizzazione di incontri e concerti.
Nell’agorà sono adesso esposte la testa leonina del Tempio della Vittoria di Himera e la ricostruzione del frontone con la maschera di Gorgone del Tempio C di Selinunte. Inoltre sono esposte le dodici gronde a forma di testa leonina che appartenevano al lato settentrionale del Tempio di Himera costruito nel 480 a.C. per celebrare la vittoria dei Greci sui Cartaginesi e le cinque gronde del lato meridionale. Le gronde furono scoperte da Pirro Marconi tra il 1929 e il 1930.
Oggi i reperti sono esposti nei loro contesti archeologici, restituendo, con una ricchezza di elementi che non teme confronti, uno sguardo dall’interno della vita, della morte, dei culti, in una parola della storia della più occidentale delle città greche di Sicilia, Selinunte.
Le sculture e le decorazioni architettoniche dei grandi templi, hanno una soluzione espositiva che è parte della storia del museo: uno di quei luoghi dell’anima in cui generazioni di archeologi hanno incontrato la storia dell’arte antica. Ora si è provato, però, a restituire anche una dimensione dinamica dell’architettura di questa città greca, famosa per la magnificenza delle sue costruzioni.

https://www.coopculture.it/heritage.cfm?id=251

museo-salinas

Museo Salinas – primo cortile